Il Sud e le isole oltre la crisi: la visione di Gianni Pittella

Il Presidente del Gruppo S&D- Alleanza Progressista dei Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo ed europarlamentare PD Gianni Pittella sarà sabato 23 aprile in visita in Sardegna, per parlare dei problemi e delle opportunità legate allo sviluppo del Sud e delle isole  nel contesto mediterraneo ed europeo. Pittella, già capo della delegazione italiana dal 2006 e primo vicepresidente dell’Europarlamento dal 2009 al 2014, è oggi alla guida del secondo raggruppamento europeo che riunisce i partiti aderenti al PSE e quelli di ispirazione progressista, fra cui il Partito Democratico. E’ autore di diversi libri, fra cui l’ultimo, curato insieme ad Amedeo Lepore: “Scusate il Ritardo- Una proposta per il Mezzogiorno d’Europa”

«La prima cosa è un cambiamento del punto di vista. Non più un Mezzogiorno chiuso a contemplare se stesso e i suoi difetti: al contrario, una regione cruciale per gli sviluppi storici di un’area assai più vasta, di cui si colloca ben al centro. Mezzogiorno cuore d’Europa e del Mediterraneo». Questa è la sfida che propone Pittella, un capovolgimento di prospettiva che tramuta la crisi in opportunità, i problemi in soluzioni concrete.

Si può colmare il ritardo del Sud e quello delle aree insulari? Alle storiche contrapposizioni tra meridionalismo classico e neomeridionalismo, o tra intervento «dall’alto» e intervento «dal basso», ora sembra possibile a Pittella sostituire una visione di sintesi più operativa. Si tratta di indicare i filoni fondamentali di un disegno di sviluppo che riguardi quelle dotazioni strutturali di cui il Sud ha più che mai bisogno. Per la nostra isola, questa sfida si gioca a partire dal “dossier Sardegna”, presentato in Parlamento dagli eletti del PD in Sardegna e consegnato nelle mani del Governo dall’esecutivo regionale guidato da Francesco Pigliaru. Un mix di politiche che individua gli interventi strutturali più urgenti e misura la condizione di insularità in termini perequativi, nell’intento di restituire ai sardi uno status di piena cittadinanza attraverso il diritto alla mobilità, all’accesso alle tecnologie e all’interconnessione digitale,  all’utilizzo alle fonti energetiche pulite, all’ambiente e alla salute. Una partita importante, che definirà il ruolo futuro della nostra isola nel Mediterraneo, ed in cui anche le politiche europee giocano un un ruolo strategico fondamentale.

Per Pittella oggi è possibile una convergenza fra gli indirizzi e gli strumenti operativi previsti dall’Ue da un lato, e la legittima aspirazione di sviluppo delle regioni del Sud Europa dall’altro, partendo proprio dalla presa di coscienza delle potenzialità di ciascun territorio.

Non a caso la visita in Sardegna del Presidente S&D comprende un excursus ad ampio raggio fra le problematiche dei trasporti e dell’industria, ma anche fra le opportunità offerte da uno straordinario patrimonio culturale ed archeologico, dalle risorse ambientali, dall’ agroalimentare di qualità, dall’ecosistema digitale e dalle nuove economie alla luce delle occasioni del quadro comunitario.

Di questo e di molto altro Pittella parlerà nell’ incontro dibattito che chiude la visita di Pittella in Sardegna: a Cagliari, il 23 aprile presso il T-Hotel a partire dalle ore 16,00. Insieme a Pittella il sindaco di Cagliari Massimo Zedda, il Presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru, il Segretario del PD Sardegna ed Eurodeputato S&D Renato Soru.

Categorie: Notizie

Tags: ,,,,,,

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi