EURODEPUTATO
25 MAGGIO ELEZIONI EUROPEE 2014
CIRCOSCRIZIONE ISOLE

Un Fondo Salva Lavoro per rilanciare l’Unione monetaria

di Renato Soru | 7 ottobre 2015

Come i nostri cittadini stanno constatando, da qualche tempo l’Unione Europea non versa in buone condizioni. La crisi economica prima, e più recentemente l’emergenza immigrazione, hanno esacerbato le divisioni tra Stati, facendo risorgere divisioni e focolai di nazionalismo che parevano sopiti. In questo poco confortante scenario, come non mai c’è bisogno di idee e proposte in grado di generare una svolta in grado di rilanciare il progetto politico e ideale dell’Unione e di rispondere alla voglia di maggior integrazione di molti cittadini europei. Una di queste idee arriva dall’Italia. Ad inizio settimana il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan ha presentato con una lectio tenuta presso l’Università di Lussemburgo in occasione delle riunioni Eurogruppo ed Ecofin e con una intervista al…

MIGRANTI, CONTRO GLI EGOISMI DEGLI STATI PIU’ RISORSE PER CHI ACCOGLIE

di Renato Soru | 7 ottobre 2015

Sono offensive e inutili le parole che il Presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk ha pronunciato durante la sessione plenaria del Parlamento Europeo a Strasburgo del 6 ottobre. E` incomprensibile la confusione tra le responsabilità dei Paesi da subito contrari alle proposte di accoglienza dei rifugiati, come Ungheria e Slovacchia, e dei Paesi che invece da anni e in solitudine affrontano il fenomeno epocale e inarrestabile della grande migrazione, provvedendo al salvataggio e all’accoglienza dei migranti, come ha fatto l’Italia. E` sbagliato strumentalizzare il dramma di chi scappa dalla guerra per tornare a costruire muri, trasformare l’Europa in una fortezza chiusa nella sua stessa paura o chiedere più di ogni cosa il rafforzamento delle frontiere esterne. Occorre fare un passo…

I segreti del nostro dna rivelati da una ricerca sarda. Nella conoscenza la chiave della competitività.

di Renato Soru | 15 settembre 2015

Tra le tante difficoltà e cattive notizie di ogni giorno , credo sia utile sottolineare una bellissima notizia ampiamente riportata su due pagine nel quotidiano La Repubblica di martedì 15 settembre. La scoperta compiuta dal gruppo di ricerca del professor Francesco Cucca nell’ambito del Progetto ProgeNia, pubblicata in questi giorni su Nature Genetics, racconta la Sardegna migliore: quella in grado di creare nuovi e migliori posti di lavoro, di attirare finanziamenti internazionali e di sviluppare intuizioni importanti a partire dalle sue specificità. Con un lavoro immane, i ricercatori sardi hanno sequenziato il DNA di oltre 2000 volontari ogliastrini, riuscendo ad individuare i geni responsabili della bassa statura e quelli che regolano l’emoglobina e i livelli del colesterolo e di trigliceridi…

Making Paper – An Illustrated Stage-by- Guide

di Redazione | 26 luglio 2015

To write a fictional research, you must concentrate on the essential aspects of publishing which make it be noticeable as a function of literature of a piece. Expand on and discuss specified elements in your research to write a lucid and clear article. Advertising Actions Approach 1 of 7 Produce a dissertation. It is a sentence (or sentences) that declares the main suggestions of the paper and answers the problem or concerns posed by your document. To create a dissertation that is good, look at the following?

Goatis dairy is antimicrobial and is being studied to treat diarrhea by people

di Redazione | 18 luglio 2015

You could find that starting out on paper the college composition may be frustrating. It is difficult to reveal oneself. Because it introduces you to the faculty admissions specialist, faculties spot great relevance around the particular article. The essay shows you being an individual and helps the school to choose if deny or to accept you. There are numerous techniques which will make suggestions in starting you on the initial composition and selecting on the salient details. Start composing the introduction early.

GRECIA, LA VERA SFIDA DOPO IL REFERENDUM: RILANCIARE IL PERCORSO DI INTEGRAZIONE EUROPEA

di Renato Soru | 8 luglio 2015

Il 5 luglio ad Atene ha vinto la linea di Tsipras, il no contro l’austerity e contro i creditori. Ma chi si è aggiudicato veramente in questa partita? In realtà rischia di non vincere nessuno: non la Grecia, costretta a tornare al tavolo del negoziato per evitare l’uscita dall’euro ed il ritorno ad una valuta nazionale deprezzata e incapace di sostenere il sistema economico ellenico. Non l’Europa, che col  Grexit ha poco da guadagnare e molto da perdere, a partire dalla cambiale da 300 miliardi di euro elargita con una buona dose di cinismo speculativo alle banche greche a rischio insolvenza. In gioco però non ci sono solo gli interessi dei creditori, ma una posta ben più consistente: l’idea stessa…

Mercato unico delle telecomunicazioni, un passo in avanti verso l’integrazione.

di Renato Soru | 1 luglio 2015

Nella notte del 29 giugno si è concluso con successo l’ultimo incontro per decidere le nuove regole per le telecomunicazioni in Europa. Il percorso per arrivare ad un accordo è stato lungo ed ha visto il Parlamento battersi con forza perchè ai cittadini europei fossero garantite le migliori condizioni possibili. Grazie a questo accordo i cittadini comunitari avranno garantita la possibilità di muoversi in Europa ed utilizzare il proprio telefono a costi contenuti. Già a partire dal 2016 infatti i costi di roaming scenderanno in maniera sostanziale e saranno completamente eliminati già dal 2017. E’ una grandissima occasione di integrazione e un esempio di come l’Europa non debba essere solo austerity, ma possa invece rappresentare un’opportunità per tutti. Dal 2017…

Migranti e governance economica: il Consiglio europeo davanti alla sfida della coesione

di Renato Soru | 29 giugno 2015

L’accordo sulla redistribuzione dei migranti raggiunto al Consiglio europeo di Bruxelles il 26 giugno non è quanto ci si aspettava, ma è comunque un punto di partenza che sancisce una consapevolezza nuova e irreversibile: la solidarietà e la responsabilità sono principi fondanti della coesione europea. Senza questi due pilastri, non c’è futuro per il progetto comunitario. Per questo l’Europa non si sottrarrà alla redistribuzione di 40 mila migranti dall’Italia e dalla Grecia, già a partire dai prossimi mesi. Ci sono ancora molte diffidenze ed egoismi da superare: i paesi dovranno concordare, tramite i loro ministri degli interni, il numero di migranti da accogliere, secondo una formula che non parla più di meccanismo “obbligatorio” ma che dovrà comunque fissare dei paletti…

Via libera al Fondo investimenti europeo. Occasione da non perdere, anche in Sardegna

di Renato Soru | 25 giugno 2015

Dopo una trattativa difficile ma tutto sommato rapida con il Consiglio, la Commissione Europea e Banca Europea degli Investimenti (BEI), è arrivata nella tarda serata di ieri l’approvazione del Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici (FEIS), più noto con il nome di “Piano Juncker“. Come noto, si tratta di un grande piano di investimenti, che attraverso l’utilizzo di una garanzia pubblica, punta a mobilizzare risorse per circa 300 miliardi di euro e contribuire quindi ad invertire la parabola discendente del livello continentale degli investimenti, sia pubblici che privati. Sebbene come Gruppo SocialDemocratico al Parlamento Europeo, più volte abbiamo segnalato la necessità di un progetto maggiormente ambizioso, sia nelle risorse impiegate che negli obiettivi, il testo approvato ieri dal Parlamento rappresenta…

Schengen, il blocco delle frontiere francesi è un precedente pericoloso

di Renato Soru | 17 giugno 2015

La chiusura delle frontiere francesi a Ventimiglia per fermare gruppi di migranti rappresenta un precedente preoccupante che non trova riscontri sufficienti a motivare la sospensione delle regole di Schengen. Per questo ho inoltrato un’interrogazione a carattere prioritario alla Commissione Europea, domandando se sussistano presupposti tali da giustificare una misura che rischia di produrre un’involuzione pericolosa nel vecchio continente: Schengen non può essere applicata ad intermittenza, ne va del quadro di diritti e della stessa identità politica dell’Europa.   TESTO INTERROGAZIONE: Proporzionalita’ delle recenti scelte di blocco delle frontiere In seguito all’aumento degli arrivi di migranti presso le coste italiane e al flusso da essi determinato verso altri paesi, le autorita’ francesi hanno recentemente fermato un grande numero di migranti alla…

G+