EURODEPUTATO
25 MAGGIO ELEZIONI EUROPEE 2014
CIRCOSCRIZIONE ISOLE

Unione, inclusione e innovazione: ecco le parole d’ordine per i bandi europei 2017

di Redazione | 6 aprile 2017

Nell’agenda 2017 le opportunità legate ai fondi europei sono costruite su tre pilastri portanti: unione, inclusione e innovazione. Unione intesa con il concetto di cultura, che vede come suo strumento l’arte, con programmi mirati a stimolare un’ampia distribuzione transnazionale di film europei non nazionali recenti, incoraggiando i distributori cinematografici a investire nella promozione e nell’adeguata distribuzione di tali opere. Una possibilità e un invito a presentare proposte per accrescere la capacità dei produttori del settore audiovisivo di sviluppare opere audiovisive europee con potenziale di circolazione sia all’interno che al di fuori dell’UE, e agevolare le co-produzioni europee e internazionali. Ma non solo, la Commissione Ue intende finanziare 13 piattaforme con una copertura equilibrata fra i diversi settori culturali e creativi. E’…

Brexit e integrazione europea

di Redazione Bruxelles | 6 aprile 2017

Lo scorso 29 marzo il Regno Unito ha presentato ufficialmente la richiesta di attivazione del famigerato articolo 50 del Trattato dell’Unione Europea, dando il via al processo che, nel giro di due anni, porterà alla separazione di Gran Bretagna e Irlanda del Nord dal resto dell’Unione. È fuori discussione che si tratti di un evento di portata storica, le cui conseguenze, difficili da definire in anticipo, avranno comunque un impatto economico, politico e sociale grave e decisamente importante. Tuttavia, la Brexit può rappresentare un’opportunità per rafforzare i valori che sessant’anni fa hanno spinto i padri fondatori dell’Europa a firmare i Trattati di Roma e che sembrano attualmente indeboliti dalla crescita di movimenti populisti che, soffiando sul malessere sociale generato dalla…

Diritti, cultura, impresa, turismo, ricerca: i nuovi bandi UE del 2017

di Redazione | 6 febbraio 2017

Stimolare la cultura dell’integrazione e del rispetto, finanziare le attività di educazione e sensibilizzazione contro la violenza di genere oppureforme specifiche, come la mutilazione genitale femminile, i matrimoni forzati o particolari gruppi sociali vulnerabili alla violenza, come la comunità LGBTI, le minoranze etniche o religiose, i migranti, ecc. E’ questa la finalità del bando volto a prevenire le violenze di genere, indirizzato a ragazzi e ragazze dei paesi europei attraverso campagne, manifestazioni, workshop, da un lato; dall’altro capacity-building e formazione per i professionisti e i volontari coinvolti nelle attività educative miranti a contrastare ogni forma di violenza di genere. Il bando si rivolge a enti pubblici, organizzazioni private,  organizzazioni internazionali e scade l’8 di marzo. Le attività possono essere realizzate in…

Cultura europea, giovani amministratori in visita al Parlamento di Bruxelles

di Redazione | 9 dicembre 2016

Si è svolta dal 5 all’8 dicembre la visita al Parlamento Europeo da parte di una delegazione di 21 fra giovani amministratori e dirigenti locali del PD della circoscrizione “Isole”. Fra i partecipanti, anche alcuni fra gli animatori del Forum di formazione politica della provincia di Cagliari, che nella sua prima edizione comprende un focus specifico dedicato all’Europa.  “La visita al Parlamento Europeo -racconta Cristiana Ferru, responsabile del Forum-ci ha permesso di familiarizzare con un sistema che, seppur geograficamente lontano da noi, incide in maniera determinante nella vita di ogni singolo individuo tutti i giorni. Ogni cittadino europeo dovrebbe avere l’opportunità di comprendere i meccanismi e il funzionamento delle istituzioni europee attraverso la cittadinanza attiva. Vedere coi propri occhi in…

Bandi europei, ecco le ultime opportunità dell’agenda 2016

di Redazione | 6 dicembre 2016

Sensibilizzare l’opinione pubblica in merito alle politiche agricole portate avanti dall’Unione Europea attraverso la PAC, spiegare come la PAC contribuisca a realizzare le priorità politiche della Commissione attraverso il sostegno all’agricoltura e allo sviluppo rurale. E’ questa la finalità del bando “Sostegno a favore di azioni di informazione sulla politica agricola comune” per il 2017, a cui, fino al 15 dicembre, possono partecipare organizzazioni senza scopo di lucro, autorità pubbliche (nazionali, regionali, locali), associazioni, università, istituti di insegnamento, centri di ricerca, società di comunicazione. Le proposte, all’ indirizzo della DG Agricoltura e Sviluppo Rurale, dovrebbero valorizzare il ruolo della PAC nella promozione di occupazione, crescita e investimenti nelle zone rurali e per il mantenimento di comunità rurali vitali in tutta…

L’intervista- Soru a Videolina:”Riforma, occasione per l’ aggiornamento dello Statuto Sardo”- VIDEO

di Redazione | 29 novembre 2016

Intervista integrale rilasciata da Renato Soru all’emittente televisiva Videolina e andata in onda il 26.11.2016 nell’ambito della rubrica “Perchè Si, Perchè no”- Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016. Si ringrazia l’emittente Videolina per la concessione del video.

“Aggiornare la Costituzione: una Sardegna nuova”: Carlo Calenda a Cagliari chiude il ciclo di incontri

di Redazione | 29 novembre 2016

Si concluderà il 1 dicembre, a due mesi esatti dal suo inizio,  il ciclo di iniziative referendarie  “Aggiornare la Costituzione: Una Sardegna nuova” promosso dall’Associazione Sardegna Europa per informare i cittadini e spiegare le ragioni del SI alla Riforma Costituzionale. Un viaggio in venti tappe partito da Cagliari il 1 di ottobre e che dopo aver toccato i piccoli e grandi centri dell’isola celebrerà la sua chiusura ancora una volta nella città capoluogo, in un incontro finale al quale parteciperà il Ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda. Tanti i protagonisti di questa intensa campagna referendaria: politici dal profilo nazionale come Ettore Rosato, Luigi Zanda, Irene Tinagli, Marco Meloni, Francesco Sanna, Caterina Pes, Renato Soru e molti altri. Ma anche…

Referendum Costituzionale Soru: “La riforma rafforza l’Autonomia Speciale”

di Redazione | 28 novembre 2016

“Oggi in Sardegna siamo davanti al pregiudizio, che è quello che la Riforma costituzionale  metta in dubbio la sopravvivenza dell’Autonomia Speciale. Un timore solo nostro poiché in Italia i protagonisti della campagna del no, da Ainis a D’alema a de Siervo, dicono che la riforma va bocciata proprio perché le regioni a Statuto Speciale vedrebbero  rafforzare la loro autonomia invece che cancellarla”. A spiegarlo è Renato Soru, impegnato nella campagna  per il Si al Referedum del 4 dicembre, che in queste settimane sta promuovendo, insieme all’Associazione Sardegna Europa, un tour di iniziative in 20 tappe che vedrà la sua conclusione il 1 dicembre a Cagliari, con la presenza straordinaria del Ministro Carlo Calenda. “Aggiornare la Costituzione: una Sardegna nuova”.  “Abbiamo…

Referendum Costituzionale: a Sassari le ragioni del SI con Irene Tinagli

di Redazione | 7 novembre 2016

Sassari, sabato 12 novembre a partire dalle ore 10.00 presso la Sala Angioy della Provincia sarà presente Irene Tinagli, Deputata PD, economista, promotrice del documento “L’Economia del SI”. Con lei interverranno Carla Bassu, costituzionalista dell’Università di Sassari, Francesco Sanna, deputato PD e componente della Commissione Affari Costituzionali, Luigi Lotto, consigliere regionale PD. Conclude Renato Soru, eurodeputato e Presidente associazione SardegnaEuropa. Ad aprire i lavori della mattina saranno i saluti del Sindaco di Sassari, Nicola Sanna. Coordina Salvatore Demontis, consigliere regionale PD. Chi è Irene Tinagli. Economista, saggista e politica italiana, Irene Tinagli ha svolto il suo percorso accademico fra Italia e Stati Uniti, dove si è specializzata nei settori dello sviluppo economico e dell’innovazione. Già consulente del dipartimento per gli…

Dibattito costituzionale, Soru: “La riforma rafforza le Autonomie regionali”

di Redazione | 7 novembre 2016

“L’autonomia regionale esce rafforzata, non diminuita dalla riforma costituzionale”. E’ questo il messaggio lanciato da Renato Soru in occasione dell’incontro “Costituzione, le ragioni della Riforma”, organizzato sabato 5 novembre a Quartu ed al quale l’europarlamentare ha partecipato in qualità di presidente della neo nata Associazione SardegnaEuropa. “Questa riforma, che dice che tutti gli Statuti potranno essere modificati d’intesa, inquadra dentro la stessa protezione costituzionale l’intero Statuto ed anche la regola fondamentale della nostra compartecipazione finanziaria, l’articolo 8: è un vantaggio enorme.” “Fino ad oggi non è stato così- spiega poi Soru:  “L’articolo 8, cioè quello che stabilisce quale percentuale del gettito fiscale deve essere restituito alla nostra isola, non è mai stato protetto come norma costituzionale. Poteva cioè essere modificato…

G+