Immigrazione, Soru: “Mare Nostrum diventi missione europea”-Video

A Lampedusa la memoria ha un numero: 368. Tanti sono i migranti che persero la vita in mare nel tentativo di raggiungere l’isola siciliana, il 3 ottobre del 2013 .

Nel primo anniversario della tragedia che ispirò l’Pandora Charms UK  operazione “Mare Nostrum” Bruxelles ha scelto di essere presente a Lampedusa, con l’eurodeputato Renato Soru e con il Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz.

“E’ doveroso rendere omaggio alle vittime, così comehockleyctc   va dato il giusto riconoscimento al valore di coloro che hanno tratto in salvo vite umane: per questo ho proposto la candidatura dei cittadini di Lampedusa al premio della cittadinanza europea”, spiega Renato Soru, giunto a Lampedusa nella sua qualità di presidente della commissione Politica, Diritti Umani e Sicurezza dell´Assemblea Parlamentare dell´Unione per il Mediterraneo (AP-UpM).

L’Assemblea partecipa alla missione  nell’isola siciliana con la presidente del Parlamento portoghese Maria da Assunção Esteves (che ha la presidenza di turno dell´AP-UpM), il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz, il deputato italiano Khalid Chaouki (in qualità di Presidente della commissione Cultura), la presidente del Parlamento italiano Laura Boldrini e Federica Mogherini, ministro degli Affari Esteri e Alta rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza

“E’ un fatto importante che, nel giorno in cui ricordiamo una delle peggiori sciagure umanitarie avvenuta a largo dei nostri mari, vi sia la presenza del presidente dell’europarlamento Martin Schulz, a testimonianza del fatto che l’Europa non dimentica quello che accade sulle nostre coste”, ha commentato Soru. “I cittadini di Lampedusa, la sindaca Nicolini, così come i militari che ogni giorno sono impegnati nelle operazioni di salvataggio di Mare Nostrum sono eroi contemporanei, a loro deve andare il riconoscimento internazionale dell’alta missione umanitaria che stanno compiendo”.

“Ma l’Europa deve fare molto di più”, prosegue l’eurodeputato sardo, che anche lo scorso 18 settembre in seduta plenaria a Strasburgo aveva ricordato le dimensioni dell’emergenza umanitaria nel Mediterraneo. “L’immigrazione non può essere trattata come un’emergenza e non può essere relegata a un problema di chi, come noi, vive alle porte del Mediterraneo. L’ Ue si deve far carico di una seria politica migratoria, che non permetta mai più di perdere migliaia di vite umane nelle nostre acque: siamo tutti, ugualmente responsabili. Mare Nostrum deve diventare una missione europea. Fin qui, invece, solo noi italiani abbiamo avuto il coraggio e l’umanità per non voltare la faccia dall’altra parte”.

Oltre che alla missione ufficiale del Bureau AP-UpM, Soru aderisce anche ad alcuni eventi organizzati dalla cittadinanza di Lampedusa nell´ambito del Festival Sabir, tra cui una marcia dei cittadini e il lancio di 368 lanterne in ricordo di ognuna delle 368 vittime del naufragio dell´anno scorso.

 

Categorie: Notizie

Tags: ,,,,,,,,,,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi