EURODEPUTATO
25 MAGGIO ELEZIONI EUROPEE 2014
CIRCOSCRIZIONE ISOLE

Fine del roaming: da giugno 2017 aboliti i supplementi in Europa

di Renato Soru Team | 22 giugno 2017

Mentre la popolazione italiana rimane sostanzialmente costante, il numero di abbonamenti cellulari ha invece continuato a salire costantemente nell’ultimo decennio. Nel 2014, ultimo anno per il quale sono disponibili dati, più di 94 milioni di abbonamenti erano attivi per una popolazione di poco superiore ai 60 milioni, questo vuol dire 1.4 abbonamenti per persona, contando tutte le età e fasce di reddito. È evidente come l’utilizzo della telefonia mobile sia cresciuto a ritmi impressionanti, anche grazie all’evoluzione tecnologica, che ha reso i cellulari degli oggetti necessari per l’accesso quotidiano a tantissimi servizi. È altrettanto chiaro come in prospettiva, l’eliminazione del roaming sia sempre più importante in relazione a futuri sviluppi tecnologici. Se è vero che il futuro che ci attende…

Il Programma Erasmus compie trent’anni: le celebrazioni dell’UE e la forte identità europea in Sardegna

di Renato Soru Team | 19 giugno 2017

Lo scorso 13 giugno il Parlamento Europeo ha celebrato i trent’anni dell’Erasmus. Nato come programma di Mobilità studentesca nel 1987, nel corso del tempo ha assunto un’accezione più ampia: si intende istruzione, formazione, sport, socializzazione, entrare in contatto con nuove culture e tradizioni, far parte dell’Unione Europea. Il progetto, quando venne lanciato la prima volta non ebbe il supporto di strumenti tecnologici come quelli attuali che permettono un enorme diffusione di informazioni, ma nonostante ciò  nel suo anno di nascita, 3.244 studenti decisero di trascorrere alcuni mesi in un’università all’estero. Da allora più di 9 milioni di persone hanno potuto studiare, lavorare e conoscere una parte di mondo che in un certo qual senso diviene come una seconda casa. Chi…

Il Partenariato per la Ricerca e l’Innovazione nell’Area Mediterranea

di Renato Soru Team | 15 giugno 2017

Il Parlamento Europeo, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, ha approvato una Proposta di Decisione relativa al programma denominato PRIMA, “Partenariato per la Ricerca e l’Innovazione nell’Area Mediterranea.” PRIMA è un progetto che nasce su iniziativa del Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca e ha rappresentato uno degli obiettivi del Semestre Italiano di Presidenza dell’UE. Si tratta di uno strumento di cooperazione tra i paesi dell’Area Mediterranea, il cui obiettivo specifico è il finanziamento alla Ricerca e Sviluppo di soluzioni innovative per l’approvvigionamento idrico e i sistemi alimentari. Entrambe le tematiche assumono per la sponda Sud del Mediterraneo un’importanza cruciale, con 180 milioni di persone che soffrono il problema della carenza di risorse idriche. Ciò significa non soltanto una ridotta accessibilità…

SME-Instrument, dalla valutazione importanti spunti per l’anno in corso e per il triennio 2018-2020

di Renato Soru Team | 12 giugno 2017

Lo SME Instrument è arrivato al suo terzo anno di programmazione con ottimi risultati. Ha contribuito al finanziamento di 2.457 piccole e medie imprese innovative Europee per un budget allocato di 880 milioni di euro fino ad oggi. L’obiettivo della Commissione è di arrivare al 2020 avendo investito almeno 3 miliardi di euro in 7.500 imprese, numeri che incentivano le imprese a partecipare. Con oltre 31.000 domande di finanziamento presentate lo SME Instrument continua ad essere uno dei programmi più attrattivi per le piccole e medie imprese con progetti di business ambiziosi ed innovativi. Per l’anno 2017 rimangono ancora 3 call aperte per gli aspiranti. Il profilo dell’impresa vincitrice è quello della piccola realtà, giovane ed innovativa. I dati di…

Tecnologia 5G nell’UE ed effetti sociali positivi

di Renato Soru Team | 9 giugno 2017

Il 5G è la prossima generazione di comunicazione senza fili. La nuova tecnologia dovrebbe essere disponibile nel 2020, consentendo una serie di nuovi servizi innovativi in grado di trasformare settori quali quello manifatturiero, agrario, sanitario, dell’energia e dei trasporti, portandoli nell’era dell’Internet of things. Per realizzare la società europea dei gigabit entro il 2025 la Commissione intende sviluppare reti universali ad altissima capacità e il 5G, al fine di promuovere la competitività globale dell’Europa e la digitalizzazione della sua industria. Anche la connettività ad alta velocità è necessaria per far fronte a una crescente richiesta di traffico Internet da parte dei consumatori, delle imprese e dei dispositivi connessi. La Commissione intende accelerare la diffusione del 5G in Europa in modo…

Le condizioni e le prospettive dell’Unione Economica e Monetaria al centro del dialogo fra Mario Draghi e il Parlamento Europeo

di Renato Soru Team | 7 giugno 2017

Lo scorso 29 maggio il presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi ha partecipato al cosiddetto Dialogo Monetario, scambio di vedute trimestrale con i membri della Commissione per i problemi economici e monetari del Parlamento. Attraverso questo processo, gli eurodeputati esercitano il loro ruolo di controllo rispetto all’operato della Banca Centrale Europea. Se l’indipendenza della BCE rappresenta un requisito fondamentale per la conduzione della politica monetaria e per il mantenimento della stabilità dei prezzi, le sue attività sono esercitate a beneficio del quadro macroeconomico dell’Unione Europea e hanno conseguentemente un impatto tangibile sulla vita di cittadini e imprese. Per questa ragione, in un sistema caratterizzato da pesi e contrappesi istituzionali, il ruolo di controllo del Parlamento, unico organo direttamente eletto…

Verso un’Unione Economica e Monetaria più coesa: gli spunti di riflessione della Commissione Europea

di Renato Soru Team | 5 giugno 2017

Lo scorso 31 maggio la Commissione Europea ha presentato un documento di riflessione sul rafforzamento dell’Unione Economica e Monetaria (il cosiddetto Reflection Paper on the deepening of the Economic and Monetary Union). La pubblicazione del paper in questo particolare periodo storico non è casuale. Nel 2017 non ricorre soltanto il sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, ma quest’anno è stato anche segnato dall’attivazione della procedura che porterà alla Brexit nei prossimi due anni. Inoltre, i molteplici appuntamenti elettorali che hanno caratterizzato questa primavera si sono spesso trasformati in una competizione continentale fra sostenitori dell’integrazione europea e supporter dei movimenti populisti. Grazie ai risultati registrati in Francia e nei Paesi Bassi da forze politiche tendenzialmente favorevoli all’Europa, la tenuta delle istituzioni…

Semestre europeo e governance economica: le raccomandazioni della Commissione all’Italia

di Renato Soru Team | 29 maggio 2017

Il 22 maggio la Commissione Europea ha sottoposto al Consiglio Europeo una raccomandazione riguardante la situazione economica dell’Italia. Attraverso questo strumento, l’esecutivo europeo guidato da Jean-Claude Juncker ha espresso una valutazione sull’andamento delle riforme e delle politiche del nostro Paese, in particolare quelle che mirano a favorire la crescita e a creare le condizioni per una più solida competitività. Questo genere di raccomandazioni fanno parte di un processo più ampio. Si tratta del cosiddetto semestre europeo, periodo che va da novembre a giugno durante il quale l’Unione Europea mette in atto il coordinamento delle politiche economiche, di bilancio e occupazionali degli Stati membri. Questo processo è necessario per permettere all’Unione Europea di procedere in modo più integrato anche rispetto a…

Strasburgo: un piano d’azione per indirizzare le sfide del Fintech

di Renato Soru Team | 23 maggio 2017

Il termine Fintech è utilizzato per descrivere l’applicazione delle tecnologie all’erogazione di servizi finanziari e, più in generale, il perseguimento di un maggiore livello di efficienza del sistema finanziario nel suo complesso, garantendo risparmi per i consumatori e un più ampio ventaglio di opportunità per imprese e investitori. Questo settore sta assumendo un’importanza sempre maggiore, anche visti gli sviluppi della Quarta Rivoluzione Industriale, caratterizzata da un’automazione sempre più marcata delle attività che riguardano sia la sfera produttiva sia, più concretamente, la nostra vita quotidiana. Secondo un recente report di Accenture, multinazionale di consulenza aziendale, nel 2015 gli investimenti nel settore Fintech sono cresciuti del 75% rispetto all’anno precedente raggiungendo il valore complessivo di oltre 20 miliardi di euro. Questo trend…

26 GIUGNO
G+